“WHITEREDGREEN”: LACER/ACTIONS FOR THE 150th OF ITALY’S UNITY

 

 

 

LACER/ACTIONS, WHITE-RED-GREEN” is the title of a videoclip I recently made with artworks concerning particulars of ripped advertisings.

The video is dedicated to the 150th Anniversary of Italy’s Unity. It shows a “mash up” of my “lacer/actions” images that reminds the three colours of the italian official flag: white, red and green. The soundtrack is “The party is on” by Mike Gallagher.

Watch the videoclip, in different versions, by clickling the links below:

 http://youtu.be/Phl_al3AIdg

 http://blip.tv/dashboard/episode/4837567

 http://www.myspace.com/video/lacer-azioni/lacer-azioni-biancorossoverde/106808169

 

More infos about “LACER/ACTIONS” artworks and clips on:

 www.artslant.com/ew/artists/show/134694-roberto-alborghetti

 www.myspace.com/lacer-azioni

 www.youtube.com/user/lacerazioni

 www.facebook.com/roberto.alborghettilacerazioni

 http://lacer-azioni.blip.tv/

 https://robertoalborghetti.wordpress.com/

 http://it.linkedin.com/in/robertoalborghettilacerazioni

 

TUTTO UN PAESE IN SCENA

 

Montefalcone Valfortore (Benevento, Italia): una mostra fotografica ripercorre la straordinaria rappresentazione della “Via Crucis” che nell’aprile scorso ha mobilitato tutta la popolazione.

 Un evento nell’evento. La mostra fotografica allestitita presso il Centro Sociale (piazza Medaglia d’Oro) di Montefalcone Valfortore è davvero una singolare opportunità per rivivere momenti ed emozioni legati alla “Via Crucis Vivente” andata in scena lo scorso 23 aprile 2011. Una grande manifestazione di teatro e di popolo è infatti riproposta attraverso quasi duecento scatti che raccontano – anche a chi non ha avuto modo di presenziare all’evento – una straordinaria rappresentazione che, per una intero pomeriggio e buona parte della sera, ha visto un intero paese “fare teatro”. Non era la prima volta che Montefalcone ospitava le scene che raccontano gli ultimi istanti di vita di Gesù di Nazareth. La prima edizione si tenne nel 1978. Venne successivamente riproposta nel 1979, nel 1980, nel 1985 e nel 2001. Così, dopo dieci anni, l’idea è stata rilanciata, con grande consenso di pubblico.

Nel vedere le immagini esposte alla mostra, si ha una visione ovviamente parziale dell’evento che ha visto calcare le scene a cielo aperto circa duecento tra attori, figuranti, scenografi, tecnici, addetti alle luci ed alla fonica. Insomma, quasi un intero paese è sceso per le strade e le piazze, rappresentando le quattordici stazioni della via crucis, nella suggestiva cornice del centro storico di Montefalcone. Sia pure con le dovute differenze, la comunità fortorina è sembrata riecheggiare le atmosfere di analoghe manifestazioni che si tengono ad Oberammergau (Germania) e a Sordevolo (Vercelli) dove da tempo è messa in scena la “passione di Cristo”, coinvolgendo comunità e territori locali.

Non è stato facile compiere l’impresa. Ma a Montefalcone, quando Leonardo Agrella (alla regia), Chiara D’Alessio e Ireneo Calò – che hanno coordinato l’evento – hanno lanciato la sfida, l’Amministrazione Comunale e la Parrocchia di Santa Maria Assunta non si sono tirati indietro, decidendo di investire in un evento di sicura presa.

Mi racconta Leonardo Agrella, artigiano, appassionato di teatro e regista della“Via Crucis Vivente”, che incontro davanti alle immagini della mostra : “Tutto è partito il 20 gennaio scorso. Ed in soli tre mesi abbiamo davvero fatto…miracoli per allestire la rappresentazione. Abbiamo avuto subito il sostegno del sindaco dott.ssa Assunta Gizzi e del parroco don Annibale Di Stasio, che ha preso parte al team che ha elaborato la sceneggiatura e che ha curato la produzione. Tutte le settimane, da lunedi e venerdi, ci siamo trovati a progettare, redigire, preparare la messa in scena. Abbiamo provveduto al casting, con la scelta delle figure principali come Gesù (interpretato da Mario De Tomo), Pietro (Rocco Palazzi), Giuda (Christian Lucarelli), Giovanni (Dario Curcio) e Maria (Iolanda Picuccio). E poi la preparazione del Coro, la selezione dei brani musicali – tutti eseguiti dal vivo da un gruppo di musicisti -, le scenografie, il service acustico, la tecnica di scena. Insomma, un gran lavoro, tenendo presente che i vari movimenti coinvolgevano decine e decine di figuranti, il cosiddetto “popolo” “.

Un’attenzione particolare è stata posta sui costumi, che sono stati forniti dall’agenzia di Adriana Monaco, di Ariano Irpino, specializzata in abiti di scena. Va detto che nella sua prima edizione, nel ’78, la “Via Crucis Vivente” si svolse con i costumi che erano serviti alla produzione del celebre “Gesù” di Franco Zeffirelli, allora messi a disposizione da Michele Trotta, originario di Montefalcone. Oltre 160 i capi di vestiario – armature comprese – indossati il 23 aprile scorso dagli attori della sacra rappresentazione che, per ben cinque ore e mezzo, dalle 16 alle 21,30, si è snodata tra le architetture del paese sannita. Una grande folla, proveniente anche da altri paesi del Beneventano, ha partecipato alla messa in scena delle “stazioni” della “passione”, che si è conclusa nell’oscurità delle ore notturne sul colle che domina Montefalcone (Ngopp u Palazz). E sono effettivamente le scene della crocifissione – esaltate dall’ottimo allestimento delle luci – a risaltare nelle 180 immagini della mostra, curata da Fotografart di Foiano. Il percorso fotografico fa sorgere spontanea la domanda se la “ Via Crucis Vivente” verrà calendarizzata anche nel futuro. Leonardo Agrella esprime l’auspicio che si possa ripetere, magari a cadenza ciclica, ogni due o tre anni. Anche il sindaco Gizzi non nasconde l’idea che l’evento possa avere una scadenza fissa, trasformandosi in un appuntamento di sicuro richiamo del comune fortorino. Certo, è anche un problema di budget, risolto quest’anno grazie al sostegno degli sponsor, dei volontari, delle associazioni locali e di tanti amici e collaboratori che hanno sottoscritto un impegno preso in un fredda giornata di gennaio. A conti fatti, l’impresa è costata non più di 10 mila euro. Ed anche questo – anche a fronte degli eccellenti risultati – è un altro “miracolo” prodotto dalla voglia di fare e dall’entusiasmo della gente di Montefalcone.

Roberto Alborghetti

 

 

UN “SUMMERLAB” SULLA PUBBLICITA’

Questo mio blog lo dice espressamente: la pubblicità – anche quando ha esaurito il suo ciclo comunicativo – è un mondo inesplorato, dove si possono individuare suggestioni ed emozioni a non finire, come sono i “particolari” delle mie “laceR/Azioni”, low brow art individuata sui billboards pubblicitari per le strade del globo.

 Segnalo dunque con piacere una iniziativa che intende “formare” i giovani ad essere i comunicatori pubblicitari di domani. Si tratta di un “camp” estivo completamente gratuito per 10 giovani studenti selezionati dalle principali Università e Scuole di comunicazione in tutta Italia. Si svolgerà dall’11 al 17 luglio, ideato e realizzato dall’agenzia di comunicazione Now Available, in collaborazione con Nescafè. Tra gli ospiti: il regista e sceneggiatore Lucio Pellegrini, l’autore, produttore e attore comico Marcello Macchia (in arte Maccio Capatonda) e il padre della neuroestetica, Semir Zeki dell’University College di Londra.

 Dieci aspiranti giovani pubblicitari, dai 18 ai 26 anni – selezionati nelle Università e nelle Scuole di Comunicazione – saranno protagonisti di una settimana di formazione e studio, a contatto con insegnamenti, stimoli e visioni per scoprire e inventare l’advertising del domani, al fianco di professionisti della comunicazione e grandi artisti provenienti da altri “mondi creativi” come il cinema, la tv, il teatro e la musica. Suddivisi in due team contrapposti, i partecipanti del Summer Lab di Now Available saranno impegnati a realizzare un vero progetto di comunicazione, partendo da un brief di un cliente “reale”: Nescafè.

 L’obiettivo di Now Available, l’agenzia di comunicazione neutrale che si propone come mecenate dell’iniziativa, è semplice: individuare le menti più neutrali, quelle naturalmente pronte per le nuove sfide dell’advertising, e fornire loro un concentrato di conoscenze e ispirazioni per partecipare in prima persona alla scrittura delle nuove pagine della pubblicità.

Per informazioni e per inviare la propria candidatura è online il sito www.neutralminds.it Le iscrizioni al primo SummerLab di Now Available sono aperte fino a venerdì 17 giugno.

 E che la creatività sia con voi…Anche perchè poi ne beneficerà pure il sottoscritto, visto e considerato che i miei “artworks” nascono e si ri-creano sulle ceneri delle pubblicità scadute e lacerate.

 

MY ARTWORKS: IN AMNIOTIC FLUID

 

IN AMNIOTIC FLUID ” is the title of one of my recent “LaceR/Actions” artworks.

Medium: Canvas, 57×87, Unique original copy.

Image location: Bergamo, Italy 2010.

 

 LaceR/Actions”is a multidisciplinary project and research about urban landscapes, especially concerning the apparent chaos of ripped papers from billboards and advertisings diplays. I have so far collected more than 24.000 images. Impressed by photocamera and transferred on canvas, reproduced on lithographs or textiles, or scanned in a video clip, the details of torn advertisings give new life to paper lacerations.

I think that in the lacerated advertisings is recognizable the “unwrapped” city, self-destroying in the messages, self-regenerating and self-reproducing in new visual elements, often contradictory, dissonant, discordant, but still surprisingly vital.

Some “Lacer/Actions” artworks were published in a booklet-portfolio: Pics of torn (publi)city”. In July 2010, thirty thousand people visited my show “The Four Elements of LaceR/Actions” during the three days exhibition at Oriocenter (Milano Bergamo Orio Airport, Italy).Myartworks are also taking part of experiences about sensorial and emotional perceptions (sinestesys) concerning kinesiologic tests.

 

 

LACER/ACTIONS on web

www.artslant.com/ew/artists/show/134694-roberto-alborghetti

www.myspace.com/lacer-azioni

www.youtube.com/user/lacerazioni

www.facebook.com/roberto.alborghettilacerazioni

http://lacer-azioni.blip.tv/

https://robertoalborghetti.wordpress.com/

http://it.linkedin.com/in/robertoalborghettilacerazioni

 

 

HISTORICAL PLACES OF ITALY

 

There are 12 “newcomers” in the “2011 Historical Places of Italy”, published by
Associazione Locali Storici d’Italia. In honor of the 150th anniversary of the unification of Italy the guide  reports details of 35 historical places that hosted episodes of unification during the
Risorgimento period.
Unique, reviewed by the Italian press alongside the most important national
leaders, the 2011 edition talks about two hundred thirty-two 
prestigious hotels, restaurants, bakeries, confectioneries, grapperia and
literary cafes that have made the history of Italian Country and where are kept 
environments, atmosphere, decor, memorabilia, and even products of unequaled
beauty and taste.
Details, curious and unusual incidents of Italian Risorgimento are mentioned in this guide. In
the Flower of Turin in 1821, they plotted to poison Carlo Alberto the King. The prime minister Cavour was sitting at the Exchange every day. Garibaldi dine in the fort against the Saracens of the Bai of Genoa… The Des Iles Borromèes Stresa was created by Bixio, the patriot who led the
assault boat of Laveno. At the Royal Victoria Pisa scientists hosted the first
Italian culture combined. At the Crown Restaurant in San Sebastian Curone, the
owner was the cook-target Lamarmora general in the Crimean War. Insurgents met
themselves at the Cafe Florian Manin in Venice.

Illustrated by painter Gianni Renna, and directed by journalist Claudio Guagnini, the guide counts 250 pages (Italian and English edition). It can be collected free of charge at the headquarters
of the premises or associated. Who wish to receive it by post, taking
responsibility for the postage, can make contact with the
secretary of the Association, using the form on the contacts page on the site:
www.localistorici.it

THE 12 NEW ENTRIES IN THE GUIDE:

Grand Hotel Cavour – Florence
Hotel Tornabuoni Beacci – Florence
Babington’s Tea Rooms – Rome
Antica Osteria Crotto Sergeant – Como
Osteria Enoteca Al Brindisi – Ferrara
Pastry Switzerland Vital Gaspero – Genoa
La Botte Restaurant, Monreale, Palermo
Restaurant Antica Trattoria Al Gallo, Ravenna
Hotel Al Sole, Marco Palace, Venice
Albergo Quattro Fontane – Venice
Antico Caffè Dante – Verona
Pippo Trattoria da Ugo, Neirone – Genoa

LACER/ACTIONS ARTWORKS: BLACK’N WHITE

 

Black’n white, but someone named it optical” is the title of one of my recent “LaceR/Actions” artworks.

Medium: Canvas, 62×93, Unique original copy.

Image location: Lecco Lake, 2011.

 

 

LaceR/Actions”is a multidisciplinary project and research about urban landscapes, especially concerning the apparent chaos of ripped papers from billboards and advertisings diplays. I have so far collected more than 24.000 images. Impressed by photocamera and transferred on canvas, reproduced on lithographs or textiles, or scanned in a video clip, the details of torn advertisings give new life to paper lacerations.

I think that in the lacerated advertisings is recognizable the “unwrapped” city, self-destroying in the messages, self-regenerating and self-reproducing in new visual elements, often contradictory, dissonant, discordant, but still surprisingly vital.

Some “Lacer/Actions” artworks were published in a booklet-portfolio: Pics of torn (publi)city”. In July 2010, thirty thousand people visited my show “The Four Elements of LaceR/Actions” during the three days exhibition at Oriocenter (Milano Bergamo Orio Airport, Italy).Myartworks are also taking part of experiences about sensorial and emotional perceptions (sinestesys) concerning kinesiologic tests.

 

 

LACER/ACTIONS on web

www.artslant.com/ew/artists/show/134694-roberto-alborghetti

www.myspace.com/lacer-azioni

www.youtube.com/user/lacerazioni

www.facebook.com/roberto.alborghettilacerazioni

http://lacer-azioni.blip.tv/

https://robertoalborghetti.wordpress.com/

http://it.linkedin.com/in/robertoalborghettilacerazioni

 

TIME: CLIP WITH ARTWORKS AND JONTEKNIK SOUND

 

Time” is a videoclip created with my LaceR/Actions artworks. Made at Animoto, the video shows pictures from my collection about ripped ads.

The soundtrack is “Time” by Jonteknik (Jon Russell), musician and composer based in Brighton (UK). The 30” clip mixes up images from walls and billboards with nice electro-techno sound created by Jonteknik. “Time” is part of the album “Sounds from the electronic garden”. Jonteknik was so happy about the result. He said: “Nice visuals… I like that…cool! Thanks, I am impressed 🙂 “

Time” – in Italian language: “Tempo” – is a clip that gathers and mixes up – in a provocative way – different languages, from street art to video art, passing through music, photography, performances, graphic a.s.o.

 Click here and enjoy “LaceR/Actions Time video”:

 http://youtu.be/0NMmQsuKoA8

 http://blip.tv/laceractions-lacerazioni/lacer-actions-time-4825495

 http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&VideoID=104769567