LE IMMAGINI DEI MURI-TRASH ORA SONO SETA D’AUTORE

Le Lacer/azioni di Roberto Alborghetti sono diventate textile design. In collaborazione con Bruno Boggia, Studio che lavora con i più noti stilisti internazionali.

C’era una volta un rifiuto… Era la carta – sporca, strappata, lacerata ed usurata – della pubblicità affissa sui muri delle nostre città. Forse impensabile che, dai rifiuti cartacei, si potesse trarre ed estrarre qualcosa di bello e di esteticamente suggestivo. Eppure, penso di avercela fatta, con il mio progetto “Lacer/azioni”, a trasformare la carta-trash in un soggetto d’arte, o quantomeno in un prodotto guardabile.

Lo stanno a dimostrare le mie tele e litografie, e pure i videoclips, che girano su decine e decine di siti in tutto il mondo. Ed ora, lo prova anche una singolare sperimentazione, che è diventata realtà grazie allo Studio Bruno Boggia Disegni (www.boggiadisegni.it) che da oltre sessant’anni lavora con i tessuti ed i più famosi stilisti del mondo (qualche nome: Capucci, Lacroix, Valentino, Lancetti, Mila Schon, Chanel, Celine, Dior, Y.S.L., Etro, Escada, Donna Karan, Paul Smith, l’emergente newyorkese Rolando Santana…)

A Bruno Boggia, fondatore del prestigioso Studio di Como, i miei artworks “Lacer/azioni” erano piaciuti subito. Vi aveva ritrovato forme, colori e soluzioni grafiche da arte contemporanea. Che sono poi quelle che anch’egli usa ed impiega, con l’aiuto dei suoi bravi disegnatori, per ideare trame e motivi per i tessuti, soprattutto sete, i cui bozzetti sono venduti in tutto il mondo.

Detto e fatto. Bruno Boggia, con la preziosa assistenza della figlia Lucia e con il supporto delle sue collaboratrici, mi ha aiutato nella scelta di alcuni artworks da trasformare in sciarpe di seta, confezionate con tutti i crismi del caso. E così, nel giro di pochi giorni, l’impresa è giunta al traguardo. La carta-trash è ora l’eleganza, la delicatezza e la lucentezza di sciarpe di seta.

Anch’io, quando mi sono passato le sciarpe tra le dita, mi sono per cosi dire commosso. Penso che sia un risultato per certi versi straordinario. Sicuramente innovativo. Le fotografie di un paio di sciarpe, che qui sono riprodotte insieme ad un videoclip, lo stanno a dimostrare. E ancora più efficace, sul piano estetico, è stato quando le collaboratrici di Bruno Boggia si sono messe a indossare le sete di “Lacer-azioni”. Una personalissima “passerella”, in cui venivano risaltate la singolarità e l’unicità di immagini prese dalla realtà. Immagini che in origine erano sporche carte strappate, lasciate decomporre sui muri o sui pannelli della pubblicità.

Ora, eccole, diventate bellissime e morbide sciarpe di seta. Incredibile, ma vero. Grazie a Bruno Boggia, a Lucia, a tutto lo Studio di Como, per avere reso possibile questo impensabile sviluppo creativo del mio progetto.

Roberto Alborghetti

 LINK AL VIDEOCLIP

http://www.youtube.com/watch?v=dEeNrcyTvzM

 

Advertisements

2 responses to “LE IMMAGINI DEI MURI-TRASH ORA SONO SETA D’AUTORE

  1. Pingback: BRUNO BOGGIA DISEGNI INCONTRA LE “LACER/AZIONI” DI ROBERTO ALBORGHETTI « brunoboggiadisegni

  2. Pingback: LE IMMAGINI DEI MURI-TRASH ORA SONO SETA D’AUTORE | Γονείς σε Δράση

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s