BERNINI UNPUBLISHED WORK ON SHOW FOR THE FIRST TIME IN CORTONA (ITALY)

An extraordinary Bernini unpublished work will be exceptionally shown in Cortona (Arezzo, Italy) at Palazzo Vagnotti, during Cortonantiquaria, from August 27 to September 11. The work – great example of exquisite beauty and historical and artistic value – shows Pietro da Cortona, according to Claudio Strinati ‘s researches.

Gianlorenzo Bernini and Pietro da Cortona represent the apotheosis of the Baroque in Italy. In Rome and Florence they realize the most important works. Pietro da Cortona, the genius of Baroque, whose portrait by Bernini is now back after hundreds of years, invites us to remember the importance of the Medici Family, in the context of the magnificent Galleria Palatina in Palazzo Pitti. Here he realizes the cycle of paintings and stucco decorations of the rooms of the planets, surely the most important event of his genius in Baroque Florence.

Genius of the Roman Baroque, unsurpassed in the art of sculpture and architecture, Bernini created squares, fountains and churches of modern Rome. In the portrait presented at Cortonantiquaria, Bernini reveals his painter nature and character too. Bernini is a private artist, who paints for himself, portraying his friends, colleagues and himself. He refused to sell his paintings, preferring to keep them in his studio or at least give them away. Free from the constraints of patronage, Bernini ‘s paintings are a “safety valve”. In the painting, then you will discover a completely different Bernini. Small paintings are often born out for pure private enjoyment: a choice now normal, but quite exceptional in the seventeenth century, when artists had financial worries.

 According to the expertise by Francesco Petrucci in 2004, the work presented in Cortona is from a private collection in Rome. The attribution to Bernini is substantiated by reasons of style, as well as based on an important finding inventory. Typical of Bernini are: the pictorial way called “neoveneziano”, in use in Rome in the years 1620-30, the taste for the unfinished (see the collar), the pictorial materials, the liveliness introspective and expressive power.

 

EXHIBITION NEWS

Portrait of a Gentleman (Pietro da Cortona)

Gian Lorenzo Bernini – (Naples 1598 – Rome 1680)

Oil on canvas, 35 x 35 cm

Opening to the public: from August 27 until September 11, 2011.

Opening time: Weekdays: 10-13 15-20; Saturday and Sunday: 10-20

Ticket price: Adults, 8 euros; reductions: 6 euros; Exhibition + Museum of the Etruscans, Cortona: 12 euros

Telephone number : (active from Saturday, August 27) tel. 0575/630610

  

BERNINI INEDITO A CORTONANTIQUARIA

Uno straordinario Bernini inedito sarà esposto eccezionalmente a Cortona (Arezzo), a Palazzo Vagnotti nell’ambito della mostra Cortonantiquaria dal 27 agosto all’11 di settembre. L’opera, di raffinata bellezza e notevole interesse storico e artistico, raffigura secondo l’identificazione data dal Prof. Claudio Strinati, Pietro da Cortona. Cortona, dunque, accoglierà il ritratto berniniano del più illustre fra i suoi cittadini. Gianlorenzo Bernini e Pietro da Cortona rappresentano l’apoteosi del barocco in Italia, fra Roma e Firenze realizzano in architettura e in pittura le opere di maggiore rilievo e bellezza artistica.

 Pietro da Cortona, genio del barocco, il cui ritratto a opera del Bernini viene restituito solo ora a distanza di centinaia di anni, nel ritornare attraverso il ritratto berniniano proprio nella sua città ci invita a ricordare come in Toscana, nella Firenze dei Medici, celebrò la grandezza del casato nel fastoso contesto della Galleria palatina di Palazzo Pitti. Qui Pietro realizza il ciclo pittorico e di decorazioni in stucco delle Sale dei Pianeti, di sicuro il più importante evento del suo genio nella Firenze barocca, ove cogliere le sue vorticose passioni pittoriche.

 Genio del Barocco romano, insuperabile nell’arte della scultura e dell’architettura, ha plasmato le piazze, le chiese e le fontane della Roma moderna con le sue sculture e ambiziose architetture. Ma Gian Lorenzo Bernini, il demiurgo dell’arte barocca al servizio di papi e re, è stato capace di usare con maestria non solo scalpello e filo a piombo, ma anche tavolozza e pennello.

Con il Ritratto presentato a Cortonantiquaria il maestro seicentesco svela l’altra sua natura, quella di pittore. Bernini pittore è un Bernini privato, che dipinge per sé, ritraendo i suoi amici, i colleghi e se stesso; che rifiuta di vendere i suoi quadri, preferendo conservarli nel suo studio o tutt’al più regalarli. E nella pittura, libero dai condizionamenti della committenza, Bernini trova una “valvola di sfogo” all’essere artista di papi e potenti, recuperando un’autonomia intellettuale e artistica, mai raggiunta nelle opere scultoree più note e celebrate. Nella pittura, quindi, si scopre un Bernini completamente diverso, a cominciare dal formato delle opere. Piccoli quadri che spesso nascono per puro godimento privato: oggi una scelta normale, ma nel Seicento assolutamente eccezionale che potevano permettersi solo i grandi artisti di successo privi di preoccupazioni economiche. In conseguenza di ciò, tra alcuni storici dell’arte ha finito così per prendere piede una convinzione, quella di un Bernini che, essendo un pittore libero, potesse fare cose di più scarso livello rinunciando alla qualità… dipingendo “con la mano sinistra” .

Nell’ambito della pittura tema ricorrente è quello del ritratto, che si tratti del proprio volto o quello di altri. Esso diventa una sorta di “journal in time” in cui l’artista fissa i volti e le emozioni degli amici, dei colleghi, della gente qualunque con cui vive, facendo tesoro del verismo di Caravaggio e della capacità di penetrazione psicologica di Velasquez che conobbe e ammirò.

In riferimento all’expertise di Francesco Petrucci del 2004, si può dire che l’opera presentata proviene da una collezione privata romana e prima ancora dalla collezione Barberini. L’attribuzione a Bernini è sostanziata da motivi stilistici, oltre che da un importante riscontro inventariale.

Tipici del Bernini sono in conduzione pittorica veloce di stampo “neoveneziano” in voga a Roma negli anni 1620-30, il gusto per l’incompiuto (vedi il colletto), la materia pittorica corposa che si sgrana in alcuni tratti sulla preparazione, la vivacità espressiva e la forza introspettiva; caratteristico di Bernini pittore è anche il fondo verdastro, certo di matrice toscana, comune a tante altre sue opere come l’autoritratto giovanile e il ritratto di ragazzo della Galleria Borghese, il ritratto detto di Poussin oggi nella York City Art Gallery (Yorkshire), l’autoritratto del Museo del Prado e vari altri ritratti.

Claudio Strinati ha proposto un’identificazione del personaggio con Pietro da Cortona, dal confronto con suoi ritratti e per l’età dimostrata dal personaggio in rapporto all’esecuzione dell’opera attorno al 1630. 

 

 

INFORMAZIONI SULLA MOSTRA

 

Ritratto di gentiluomo (Pietro da Cortona)

Gian Lorenzo Bernini – (Napoli 1598 – Roma 1680)

Ritratto di Gentiluomo (Pietro da Cortona?)

Olio su tela, cm 35 x 35

Provenienza: Roma, Collezione Privata

Inaugurazione: venerdì 26 agosto 2011 ore 17,30

Apertura al pubblico: da sabato 27 agosto sino a domenica 11 settembre

Orari: Feriali: 10-13 15-20; Sabato e Domenica 10-20

Costo del biglietto: Intero, euro 8; Ridotto, euro 6; Biglietto congiunto Mostra + MAEC (Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona): 12 euro

Numero telefonico della mostra: (attivo da sabato 27 agosto) tel. 0575/630610

 

Advertisements

One response to “BERNINI UNPUBLISHED WORK ON SHOW FOR THE FIRST TIME IN CORTONA (ITALY)

  1. Pingback: BERNINI UNPUBLISHED WORK ON SHOW FOR THE FIRST TIME IN CORTONA (ITALY) | Γονείς σε Δράση

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s