LA SCIENZA DIETRO LA LEGGE DELL’ATTRAZIONE

 Il Dr. Srini Pillay, psichiatra di Harvard, executive couch, autore di best sellers sulla neuroscienza – in Italia è stato pubblicato “La calma in tasca”– racconta in questa intervista a Roberto Alborghetti il suo più recente “workbook”.


Nel suo più recente libro, intitolato “La scienza dietro la Legge dell’Attrazione”, il Dr. Srini Pillay attinge alla sua esperienza di psichiatra presso l’Università di Harvard e di ricercatore nel campo della brain-imaging. Egli descrive sette leggi scientifiche che spiegano come funziona “La Legge dell’Attrazione”. Se l’obiettivo è la perdita di peso, una relazione romantica, il successo finanziario o la felicità, il Dr. Pillay spiega come la neuroscienza sia di grande aiuto nel dare un senso alla “Legge dell’Attrazione”.

Basandosi su una vasta esperienza come clinico e di executive coach, nel suo libro l’autore ci guida attraverso le basi scientifiche di ciascuna delle sette leggi di attrazione così come sono radicate nella neuroscienza. Inoltre, egli fornisce soluzioni invitando il lettore a completare una serie di esercizi mirati al fine di attivare quei processi cerebrali che ci portano più vicini alla realizzare dei nostri sogni ed obiettivi.

Ho avuto l’onore di intervistare il Dr. Pillay. L’ho contattato via Internet. Gli ho mandato le domande. Non ho mai dubitato della sua risposta (accade infatti spesso che gli intervistatori, di fronte a determinati personaggi, temano di non essere esauditi). Ho avuto le sue risposte, in perfetta sintonia con i codici della stessa “legge dell’ attrazione” e… dei miei auspici e desiderata. Nel presentare il suo libro, il Dr. Srini Pillay dice di avere visto questa pubblicazione come un’opportunità per rafforzare il messaggio che davvero si possono attrarre le cose nella prapria vita. Ma con una clausola: occorre utilizzare il cervello in modo efficace ed efficiente.

– Dr. Srini Pillay, “La scienza dietro la Legge dell Attrazione” è uno dei suoi libri più recenti. È stato mosso da un motivo o da uno scopo particolare per scriverlo?

Per tutta la mia vita, il mio lavoro é consistito nell’aiutare le persone ad affrontare la propria sofferenza. La maggior parte della sofferenza é causata da desideri irrealizzati, e quando la legge dell’attrazione è stata espressa attraverso libri come “The Secret” ho scoperto che molta gente ci credeva, ma era incapace di metterlo in pratica. Ho realizzato che il messaggio che la gente recepiva avrebbe potuto essere non quello di descrivere come usare il cervello per rendere efficace la legge dell’attrazione, ma – dato il mio background – piuttosto quello di attrarre le cose nella propria vita: con la prerogativa di utilizzare il proprio cervello in modo efficace ed efficiente.

– Qual è oggi l’ostacolo, o il problema, che impedisce alle persone di seguire la “Legge dell’Attrazione”?

Ritengo che ci siano diversi ostacoli: in primo luogo, le persone spesso credono che basti pensare a quello che desiderano per ottenerlo. Ma questo non accade: bisogna pensare in modo specifico e in modi calcolabili dal cervello. Per esempio, se una persona dice a sé stessa: “Devo ricordarmi di non spendere troppi soldi quando vado a fare la spesa”, sotto stress, il suo cervello in realtà non recepisce il “non” e opera in modo contrario rispetto a ciò che la persona desidera. Attingendo alla legge dell’attrazione, si richiede un certo sforzo per “sintonizzare” il cervello su frequenze corrette; è un po’ come sintonizzare il proprio cervello sulla stazione radio del proprio desiderio in modo da realizzarlo. Evitare lo sforzo è un problema.

– Pensa che – nelle dinamiche della “Legge dell’Attrazione” – vale il principio che tuttò cio che più “desideriamo”, più lo otteniamo (nel senso che raggiungiamo gli obiettivi)?

Io non credo che si tratti solo di desiderio, ma piuttosto del nostro modo di interagire con il desiderio stesso. Infatti il desiderare costantemente qualcosa finisce spesso con il separare da ciò che si vuole. Per esempio, dicendo: “Voglio i soldi” o “Voglio un amante” si sta sostanzialmente dicendo al mondo (e al proprio cervello) che si è separati da ciò che si desidera. Tuttavia, dicendo “Io sono ricco” si pensa come una persona ricca e lo si diventa; dicendo “Io sono un amante” ci si comporta di conseguenza, permettendo ad una persona che ci ama di unirsi a noi. La chiarezza della visualizzazione importa nella misura in cui il nostro desiderio è ben individuato, per fare così in modo che il cervello possa mappare un percorso che porti verso l’obiettivo.

– Qual è il ruolo delle emozioni nella “Legge di Attrazione”?

Le emozioni sono fondamentali per “la legge dell’attrazione”. Esse sono essenzialmente informazioni che indicano al cervello quanto si desidera o non si desidera qualcosa. Senza di esse al cervello manca la motivazione per tracciare un percorso verso i suoi obiettivi.

– Ha un suggerimento concreto, da mettere in pratica in… pochi secondi, per affermare che questa legge funziona davvero per tutti?

No. La differenza tra questo libro, e quello che la stessa gente pensa, è che la legge dell’attrazione funzioni solo con la pratica. Solo per poche persone che ne hanno già una buona pratica, essa funzionerà in pochi secondi. Tuttavia, il libro descrive esercizi che si possono praticare per iniziare a far lavorare la legge per noi. Ad esempio: parlare al proprio cervello positivamente. Invece di dire quello che non si vuole fare o che non si desidera, dire ciò che si vuole o ciò che si farà.

– Dr. Pillay, mi dica una delle ragioni principali per cui la gente dovrebbe leggere questo libro

Penso che questo libro fornirà la prova che la scienza sta dietro la legge dell’attrazione. Mentre onora la spiritualità, permette alle persone di appoggiarsi alla scienza per conoscere. La ragione principale starebbe anche nel fatto di comprendere che una sola legge potrebbe ispirare le persone a cambiare in meglio la propria vita.

– Mi piace, nelle mie opere d’arte, giocare e lavorare con i colori. Dr. Pillay, esiste un colore che può identificarsi con “la Legge dell’Attrazione”? Voglio dire: c’è un colore preferito che possa far fluire questa legge?

Penso che non ci sia una risposta provata scientificamente. Sappiamo che le squadre di calcio che indossano maglie rosse hanno più probabilità di vincere le partite, ma in generale, penso che si tratti della corrispondenza tra il colore e la persona, e la stessa prova sul campo. Quindi, direi che la legge fluisce di più quando i colori che si immaginano, o si utilizzano, rappresentano in modo autentico ciò che sta accadendo.

Intervista di Roberto Alborghetti

CHI E’ SRINI PILLAY

www.srinipillay.com

http://www.neurobusinessgroup.com/

Il dottor Srini Pillay è Clinical Assistant Professor presso la Facoltà di Psichiatria della Harvard Medical School. Laureato con il titolo di miglior studente di medicina, si è aggiudicato il premio superiore a Harvard risultando uno dei primi tre classificati per quanto riguarda gli studi di psichiatria. Ha diretto il programma sui Disturbi d’ansia nel più grande ospedale psichiatrico, il McLean Hospital-Harvard ed ha completato 17 anni di ricerche a livello nazionale sull’ imaging cerebrale. Il suo primo libro, “La vita sbloccata: 7 lezioni rivoluzionarie per superare la paura” (Rodale, agosto 2010) è stato votato come uno dei cinque finalisti dei “Libri per una vita migliore” nella categoria motivazionale. Il suo successivo libro è stato “Il tuo cervello e il Business: la Neuroscienza dei Grandi Leaders” (FT Press, Kindle, novembre 2010).

Il Dr. Pillay è ampiamente considerato come uno speaker motivazionale che è in grado di spiegare la scientificità di fenomeni apparentemente non razionali. Molte le sue presenze nei media; ne hanno parlato The Boston Globe, Oprah radio (Dr. Laura Berman), Martha Stewart Whole Living, Cosmopolitan, Fox News e CNN. E ‘stato invitato a parlare su “La scienza dietro la Legge di Attrazione “, su Fox News, ed ha condotto un corso di 6 settimane su come la scienza è al servizio delle persone che desiderano raggiungere sogni ed obiettivi di vita (Università dell’ Attrazione). Il Dr. Pillay è in grado di applicare questa metodologia al settore delle imprese; è stato invitato a parlare su questi argomenti a New York, California, Washington DC, Toronto, Svizzera, Grecia e Singapore. Opera per la Banca Mondiale, il MITRE Corporation, Novartis, Genzyme e McKinsey. Il Dr. Pillay è noto per aver portato il tema della neuroscienza alla portata di tutti, in modo che ognuno possa tradurre le proprie conoscenze in senso pratico. Il suo impegno diretto con la gente, il contributo prezioso portato nel far conoscere le dinamiche tra cervello e vita – insieme all’interesse che i temi del dr. Pillay suscitano in tutto il mondo – sono chiaramente dimostrati in “La scienza dietro la Legge dell’Attrazione”.

SRINI PILLAY’S BOOKS

  • Life Unlocked: 7 Revolutionary Lessons to Overcome Fear (Rodale, 2010)
  • Your Brain and Business: The Neuroscience of Great Leaders (FT Press, 2010/11)
  •  The Science Behind The Law of Attraction (NBG, 2011)

 

  • In Italia, SRINI PILLAY è stato pubblicato da Newton Compton Editore con il volume “La calma in tasca” (250 pagine).
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s