ITALIAN SCHOOL JOURNALS: CREATING AN ALTERNATIVE COMMUNICATION AS REGARDS THE SO CALLED “OFFICIAL PRESS”

 At Mirabilandia (Ravenna, Italy) the final event of the 9th edition of Italian School Journalism Award.

It’s always a great experience, for me, to participate to the selection commission of “GiornaliNoi”, the Italian School Journalism Award promoted by Mirabilandia – the Adriatic Riviera amusement park (Ravenna, Italy) – in association with Okay! monthly magazine. And it is always an interesting moment to attend the final event: the prizes ceremony with students, school magazines teams and educational institutions coming from various parts of Italy. Mirabilandia gave awards according school orders (primary, secondary and high schools) ; they were also awarded special prizes.

Giovanni Scafoglio, general manager of Mirabilandia special events, met students answering to questions about the Park history and activities. The event was attended by Barbara Malano (Educational Projects) and by the undersigned, as Okay! editor in chief. During the ceremony I presented the “Top themes 2011”, that is the arguments on which students wrote most during the year. At the top of the chart: reportages and articles about the 150th Anniversary of Italy Unification.

GiornaliNoi” – the first Italian School Press Prize – is at its Ninth edition. It continues to increase importance and interest among Italian schools. It is considered as a great opportunity to give voice to new generations. It is also a sort of challenge by which kids and young people try to create alternative medias and communications as regards the so-called “official information” (newspapers, magazines, reviews).

This year “GiornaliNoi” Award received more than 350 school journals, of all forms and types, all well written and well structured layouts as well as the topics and sections. I really appreciated the big leap in graphics and design; in some case, they have nothing to envy to the official press. As demonstrated by the rigour and seriousness of all the works I saw, the Miribilandia initiative dedicated to school journalism is a reflection of the new generations and the way that young people, along with teachers and their families, are involved in a reality – the medias world, the media literacy – that requires a greater knowledge and behavior in terms of tools and skills. The ability to observe and write does not fail. Italian school journals are showing us students who are passionate about ideas and projects for a better tomorrow.

 ROBERTO ALBORGHETTI

 

  “GIORNALINOI 2011”: IL GIORNALISMO SCOLASTICO SFIDA I “MEDIA” DEI GRANDI

 A Mirabilandia la premiazione del IX Premio di Giornalismo Scolastico promosso dal grande Parco della Riviera Adriatica.

 E’ sempre una bella esperienza, umana e professionale, partecipare alla selezione ed alla scelta delle testate scolastiche in gara a GiornaliNoi”, il Premio di Giornalismo Scolastico, promosso sul mensile Okay! da Mirabiandia, il grande Parco della Riviera adriatica. Ed è sempre interessante partecipare all’evento finale, con la premiazione di studenti ed istituti scolastici provenienti da varie parti d’Italia. Anche quest’anno la premiazione si è svolta nel clima clima scenografico di Halloween, evento al quale Mirabilandia ha dedicato aperture straordinarie di ottobre e di inizio novembre. Oltre ai premi divisi per categoria scolastica (scuole primarie, scuole secondarie di 1° grado, istituti comprensivi scolastici, scuole secondarie di 2° grado) sono stati conferiti 5 Premi speciali.

Giovanni Scafoglio, responsabile Eventi di Mirabilandia, ha risposto alle numerosissime domande sul Parco. All’evento hanno partecipato Barbara Malano (Progetti Didattici) ed il sottoscritto, in qualità di direttore di Okay!. Nel corso della manifestazione è stata svelata la classifica dei “temi top 2011”, che ha visto l’argomento del 150° dell’Unità d’Italia al primo posto delle rilevazioni effettute sui giornali scolastici.

GiornaliNoi”, il Premio di Giornalismo Scolastico, alla sua IX edizione continua ad essere sempre più al centro dell’interesse della scuola italiana. Ed ad essere sempre una occasione per dare voce alle nuove generazioni, sempre più intenzionate a “sfidare” le cosiddette testate fatte dai grandi. Quest’anno sono pervenute al Premio oltre 350 testate scolastiche, di ogni forma e tipo, tutte ben redatte ed impaginate oltre che ottimamente strutturate negli argomenti e nelle sezioni. Un grande salto di qualità anche nella grafica e nel design, con giornali che nulla hanno da invidiare ai periodici “ufficiali”.

Come dimostrano anche il rigore e la serietà dei temi affrontati, l’iniziativa che Mirabilandia dedica al giornalismo scolastico è un riflesso della realtà delle nuove generazioni e del cammino che i ragazzi, insieme ai docenti, alle scuole ed alle loro famiglie e comunità, stanno percorrendo in questi tempi che necessitano una sempre maggiore preparazione e conoscenza in fatto di strumenti della comunicazione. La capacità di osservare e di scrivere non manca. Dai giornali scolastici emerge una nuova generazioni di cronisti che si appassionano alle idee ed ai progetti per un domani migliore.

ROBERTO ALBORGHETTI

One response to “ITALIAN SCHOOL JOURNALS: CREATING AN ALTERNATIVE COMMUNICATION AS REGARDS THE SO CALLED “OFFICIAL PRESS”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s