RETROSPECTIVE: BLUE TRACKS / TRACCE BLU (VIDEO, 2010)

“Blue Tracks / Tracce Blu” was made exactly 10 years ago: in January 2010. I created it through the Animoto platform, accepting the challenge of producing a video clip of thirty seconds of maximum duration. I took some of the macro photographic images of torn advertising posters. This is another video clip for “Lacer/actions” project. The dominant color of these images is blue  And the tears and decomposition of paper often take the form of water, rain, ice and sky.

Interested in these images in exclusive and original copies? Please contact:  funtasyeditrice@gmail.com

“Tracce Blu” è stato realizzato 10 anni fa, nel gennaio 2010. L’ho creato attraverso la piattaforma Animoto, accettando la sfida di produrre un videoclip di trenta secondi di durata massima. Ho preso alcune delle immagini fotografiche macro di manifesti pubblicitari strappati e decomposti. Il colore dominante di queste immagini è il blu. E gli strappi e la decomposizione della carta assumono spesso la forma di pioggia, cieli, acqua e ghiaccio…

MACRO PHOTOS OF A WASTE BASKET WITH CORROSIONS AND CRACKS

Video for Lacer/actions Project. The wear and tear of time causes corrosion and cracking. This is what happened to the waste baskets placed in the center of a surprising medieval village, Abbadia San Salvatore, on Mount Amiata, in the heart of Tuscany. The yellow paint, over the years, has peeled off and corroded, leaving room for imaginary arabesques that the eye of my camera caught at close range. Soundtrack: Consort for Brass, Kevin MacLeod (YouTube Audio Library).

THE FOUR SEASONS IN LACER/ACTIONS: WINTER #4

© Roberto Alborghetti

Each season has its colors. But what colors does winter have? Easy to answer, just look around … The torn advertising posters on billboards also have winter colors. So, through my macro photos  I tried to imagine a color palette … Yes, trails of snow and ice, in exclusive for my LaceR/Actions research, which is a multidisciplinary project about the apparent chaos of ripped and decomposed posters and urban/street signs. 

Transferred on canvas, reproduced on lithographic prints or textiles (as pure silk), re-built on collages or scanned in videoclips, the images of torn and decomposed posters give new life to paper lacerations and matter decomposition, as you may see in this gallery showing some of the 120.000 pics captured around the world. Remember, these are not paintings… They are macro photos of the real word around us. A videoclip will follow very soon.

For information and acquisition of unique and original copies of the artworks: funtasyeditrice@gmail.com

Ogni stagione ha i suoi colori. Ma che colori ha l’inverno? Facile rispondere, basta del resto guardarsi attorno… Anche i manifesti strappati della pubblicità hanno colori invernali. Ho quindi provato ad immaginare una tavolozza di colori… Sì, scie di neve e di ghiaccio…

THE “RAPHAEL” EXHIBITION AT THE QUIRINALE IN ROME: RECORD OF BOOKINGS (OPENING ON MARCH 5)

Raffaello La Velata- UffiziRaffaello Madonna del Granduca- Uffizi

10,000 reservations in the first 48 presale hours. This is the exceptional start of the exhibition event dedicated to Raphael which will be inaugurated on March 5 at the Scuderie del Quirinale in Rome. Requests from all over the world: Korea, Japan, the United States and all European countries. The event ranks among all time Italian major exhibition deserving a trip to visit Rome on purpose.

Visitors will admire 200 masterpieces from all over the world, 50 of them thanks to the fruitful collaboration with the Uffizi in Florence. The upcoming show at the Scuderie del Quirinale appears to be the widest challenge in exhibitions ever realized.

 

 

THE FOUR SEASONS IN LACER/ACTIONS: WINTER #3

© Roberto Alborghetti

Each season has its colors. But what colors does winter have? Easy to answer, just look around … The torn advertising posters on billboards also have winter colors. So, through my macro photos  I tried to imagine a color palette … Yes, trails of snow and ice, in exclusive for my LaceR/Actions research, which is a multidisciplinary project about the apparent chaos of ripped and decomposed posters and urban/street signs. 

Transferred on canvas, reproduced on lithographic prints or textiles (as pure silk), re-built on collages or scanned in videoclips, the images of torn and decomposed posters give new life to paper lacerations and matter decomposition, as you may see in this gallery showing some of the 120.000 pics captured around the world. Remember, these are not paintings… They are macro photos of the real word around us. 

For information and acquisition of unique and original copies of the artworks: funtasyeditrice@gmail.com

Ogni stagione ha i suoi colori. Ma che colori ha l’inverno? Facile rispondere, basta del resto guardarsi attorno… Anche i manifesti strappati della pubblicità hanno colori invernali. Ho quindi provato ad immaginare una tavolozza di colori… Sì, scie di neve e di ghiaccio…

UFFIZI FIRENZE: ECCO PER LA PRIMA VOLTA GLI SPETTACOLARI “CIELI DEL RINASCIMENTO”

For the first time on show: the spectacular”Skies of the Renaissance”.

OKAY!

I disegni per soffitti di Michelangelo, i Sangallo e Vasari raccontanola genesi e l’ornamento di importanti edifici e chiese. Esposto, per la prima volta al pubblico, un rarissimo lacunare ligneo di età romana scoperto di recente ad Ercolano.

Questa stanza non ha più pareti
Ma alberi
Alberi infiniti

Quando sei qui vicino a me
Questo soffitto viola
No, non esiste più
Io vedo il cielo sopra noi
Che restiamo qui
Abbandonati
Come se non ci fosse più
Niente, più niente al mondo

(“Il cielo in una stanza”, G. Paoli, 1960)

Il soffitto metafora del cielo. Forme quadrate, rettangolari o ottagonali tutte riccamente decorate invitano i visitatori delle chiese e dei palazzi rinascimentali a sollevare gli occhi al cielo. Da elemento costruttivo nato per proteggere gli ambienti a ornamento che fonde nel suo insieme tutte le arti. Per la prima volta il Gabinetto dei Disegni e delle…

View original post 762 more words

SIENA: LE MERAVIGLIE DEL PAVIMENTO DEL DUOMO NEL TRIENNIO 2020-2022

OKAY!

duomo 1

Visto il grande successo di pubblico riscosso dalla scopertura straordinaria del Pavimento del Duomo di Siena, che ha registrato nei soli mesi di settembre ed ottobre 2019 più di 600.000 ingressi con un incremento superiore al 10% rispetto all’anno precedente, il Consiglio di Amministrazione dell’Opera della Metropolitana ha previsto, per il prossimo triennio (2020 – 2022), di anticiparne l’apertura all’ultimo sabato di giugno fino al 31 di luglio per poi riaprire il 18 agosto fino alla domenica successiva al 15 di ottobre.

La decisione di permettere ai visitatori di ammirare lo splendido tappeto marmoreo della Cattedrale per tutto il periodo estivo, è frutto dell’interesse dimostrato da parte del settore turistico internazionale e degli stessi cittadini di Siena che, sia per partecipazione diretta sia per i benefici che l’evento apporta in termini di positiva ricaduta su tutto il territorio, continuano ogni anno a tornare per approfondire le tematiche che il pavimento…

View original post 210 more words